ARTE  ITALIANA  DEL  '900

 Architettura  &  Arte  in  Italia  durante il Fascismo

Carbonia

INDEX               ELENCO ALFABETICO GENERALE               SARDEGNA

 

 

Carbonia, disegnata dagli Architetti: Cesare Valle, Ignazio Guidi ed Eugenio Montuori, sorge sul Monte Fossone e fu costruita nel 1938.

Nel 2007 uno studio di cinque Università europee ha inserito la piazza Roma tra le 60 piazze più vivibili d' Europa !

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Municipio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Chiesa di San Ponziano, in stile romanico moderno, con il campanile ispirato a quello di Aquileia, alto 46 metri.

Arch.  Ignazio  Guidi  e  Ing.  Cesare  Valle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Teatro centrale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Città di nuova fondazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carbonia - La Casa del Fascio e la Torre Littoria alta 27 metri.

foto d' epoca

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Lo Stadio "Costanzo Ciano" in via della Stazione,

fu inaugurato il 21 maggio 1940 come Campo Sportivo della Gioventù Italiana del Littorio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Albergo degli impiegati, destinato ai dipendenti scapoli .

Arch. Eugenio Montuori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Il campanile della chiesa di San Ponziano è rivestito in conci di trachite sarda - 1939

Arch.   Ignazio  Guidi  e  Ing.  Cesare  Valle

 

 

Fu eretto in memoria dei soldati sardi caduti durante la prima guerra mondiale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Villaggio minatori

foto d'epoca

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Il Dopolavoro.

 

 

 

 

 

Carbonia - Bassorilievo dell'allegoria del Fascismo - 1938

Scultore  Venanzo  Crocetti

Si trova nel salone del Sacrario della Torre Littoria.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Torre Littoria

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Campanile

 

 

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Buono di lire 100 per l'inaugurazione della città - 1939

 

 

 

 

 

 

 

Carbonia - Due stupendi leoni in bronzo alla base della Torre Littoria. Furono fusi nel 1945 dai soliti idioti. Peccato che in una terra così bella esistano simili sub-umani.

Scultore Marcello Mascherini